L’atelier Moda Spose di Savignano viene fondato nel 1973 a Savignano sul Panaro, e ieri come oggi i titolari Annalisa e Nazzareno proseguono con passione e dedizione nel lavoro di selezione e lavorazione di abiti da sposa, sposo e cerimonia/party donna e bambina.

Ogni modello viene personalizzato a seconda delle esigenze delle future spose e grazie all’esperienza quarantennale della sartoria e alla cura nei particolari che ci ha sempre contraddistinto, l’atelier diventa nel corso degli anni un puto di riferimento per tutte le future spose e sposi emiliani che sognano un abito unico e originale anticipando le tendenze di moda e realizzando abiti unici con tessuti italiani pregiati.

Il nostro obiettivo è valorizzare la qualità del made in italy dei brand più prestigiosi. La meticolosa selezione di ogni tessuto, la cura sartoriale e i dettagli pregiati, pongono il marchio Moda Sposa al vertice della propria nicchia di mercato

Per offrire un servizio completo ai nostri sposi, proponiamo una vasta scelta di accessori: dal velo, all’intimo, passando agli accessori capelli, alle scarpe, collane, orecchini, bracciali e pochettes.

Il nuovo Atelier vanta uno spazio espositivo di 300 mq e garantisce un’esperienza a 360 gradi con un campionario ricco ed adatto a soddisfare i desideri degli sposi più esigenti. All’interno troverete uno spazio dedicato solamente alla cerimonia Donna e bambini, con possibilità di creare modelli unici e personalizzati, dai tessuti alle applicazioni, adatti ad ogni tipo di evento: Matrimonio, Anniversario, Compleanno, Comunione, Cresima, Battesimo e Party.

La nostra mission ha l’obiettivo principale di entrare in sintonia immediata con la clientela, cercando di riconoscere e anticipare i desideri e le esigenze delle future spose. Ogni abito, realizzato su misura, deve fin da subito incontrare ogni necessità di gusto personale e di budget di ogni sposo o sposa..

“Vi aspettano per proporvi i nostri esclusivi modelli e seguirvi nel percorso della ricerca dell’abito per il giorno più importante!“

Annalisa e Nazzareno